La Maschera di Ferro

A De Chamillard, successore di Louvois e del figlio Barbezieux, quando gli fu chiesto in punto di morte di rivelare il nome appartenuto al misterioso prigioniero, rispose: “Non posso dirlo è un segreto di stato”. E’ questo un “brandello” storico che ci permette di riaprire l’enigma e il caso della Maschera di Ferro, che oltre alle numerose incertezze storiche, deve anche la sua notorietà a Voltaire, il quale nel periodo di detenzione alla Bastiglia, ebbe modo di conoscere guardiani e prigionieri che avevano convissuto fra quelle mura con l’uomo dal volto mascherato.

Il piano di marketing territoriale

Il piano di marketing territoriale ha come obbiettivo l’individuazione delle risorse che connotano il territorio, e la loro trasformazione in identità e immagine vincente e attrattiva nel mercato turistico. Un’accurata strategia di marketing permette di inviduare il segmento di pubblico a cui indirizzare la comunicazione, i contenuti e le peculiarità geografiche, sociali culturali da valorizzare, e i modi efficaci di promuoverle e farle diventare valori distintivi rispetto ai competitori. La collaborazione e il coordinamento sono elementi fondamentali per lo sviluppo economico di un territorio. Le strategie sono il frutto della collaborazione tra soggetti diversi che danno vita a una programmazione negoziata, in cui istituzioni, enti, con il coinvolgimento diretto di organizzazioni culturali, turistiche, consorzi, e l’affiancamento di professionisti, puntano a integrare e razionalizzare le loro competenze ed i rapporti tra i diversi pubblici coinvolti nella valorizzazione del territorio, attuando politiche di promozione realizzabili, convincenti, e efficaci.

Ristorante B&B Le Volte il miglior ristorante a Pinerolo

Oggi parlare di "turismo territoriale" si traduce semplicemente nella domanda di come organizzare i servizi e la loro comunicazione, secondo la logica digitale. L’avvento di questa rivoluzione apre prospettive solo poco tempo fa inimmaginabili. Infatti la ricerca di informazione costringeva a una raccolta (per altro dispendiosa per chi aveva il compito di stampare e distribuire) di una montagna di carta. Oggi tutto questo può essere fatto in modo più efficiente, rapido e con costi ridotti. Ma lo si fa? Non ancora. Oggi è inutile, vano, inefficace, parlare di "turismo territoriale" senza pensarlo immediatamente (cioè, letteralmente, senza mediazioni) nella sua esperienza digitale. Com’è noto, l’offerta turistica in senso stretto è fatta dagli alberghi e da tutta l’organizzazione che va sotto il nome di industria dell’ospitalità, in senso più ampio si costituisce di ogni cosa che l’ospite trova sul territorio, inclusa anche la pubblica amministrazione. Tutto è offerta turistica per chi temporaneamente risiede in un’altra località. ristorante pinerolo